Wiki e altro

Wikipedia e condivisione

chi sono

Sono stata una bibliotecaria e dal 1977 al 1999 ho diretto la Biblioteca comunale di Bagno a Ripoli (FI).

Negli anni ’80 ho coordinato uno dei primi progetti italiani di automazione di piccole biblioteche; connessa la biblioteca a Internet nel 1993, ho organizzato per due anni in Biblioteca corsi di introduzione alla navigazione ed alla ricerca in Internet per gli utenti.

Dal dicembre 1999 al marzo 2011 ho lavorato nel Settore Biblioteche della Regione Toscana occupandomi di: coordinamento delle reti documentarie, Metaopac, servizi di reference online per biblioteche pubbliche, biblioteca digitale, coordinamento del prestito interbibliotealba 12 agosto 15cario regionale, aggiornamento professionale e della Biblioteca Luigi Crocetti.

Adesso sono in pensione e seguo gli aspetti tecnico-editoriali della rivista online Storia delle donne edita dalla Firenze university press; mi sono appassionata a Wikipedia e cerco di promuoverla con corsi di formazione; lì la mia pagina è utente:giaccai

Attività collaterali.

Dal 1979 al 1983 sono stata componente del Consiglio direttivo della Sezione toscana dell’Associazione italiana biblioteche, nei primi tre anni come Segretaria e nei successivi, come Presidente. Dal 1991 al 1997 ho lavorato nella Commissione nazionale Biblioteche pubbliche dell’Associazione italiana biblioteche. Per 4 anni (dal 1995 al 1999), con un contratto di docenza all’Università di Siena, ho tenuto un corso introduttivo all’uso di Internet.

Ginkgo_biloba._filare

Ginkgo biloba ai primi di ottobre

Ho aperto nel 1994, in collaborazione con Annarita Buttafuoco, il servizio informativo per la storia delle donne Gopherdonna, nato dalla collaborazione tra l’Unione Femminile nazionale, la Società italiana delle storiche e il Dipartimento di studi storico-filosofici dell’Università di Siena. Il sito ha cambiato nome dall’agosto 2000 in Storia delle donne.

Ho curato rubriche su Internet nelle riviste Biblioteche Ogg” e NoiDonne; creato nel 1995 il sito web della Società italiana delle storiche (curato fino al 2000) e nel 1999 quello della rivista DWF.Donnawomenfemme (curato sino al 2005). In collaborazione con La città invisibile ho aperto LEDONNE, la prima lista di discussione italiana tra donne attiva dal giungo 1996 al dicembre 2000. Dal 1994 al 2003 ho collaborato con l’Unione femminile nazionale di Milano, gli ultimi 4 anni con funzioni di presidente.

 

Comments are closed.